Nelle prime ore della mattina, nelle province di Frosinone, Roma e Latina, i Carabinieri della Procura della Repubblica di Frosinone e i militari della Guardia di Finanza del capoluogo, stanno dando esecuzione ad una Ordinanza Applicativa di Misure Cautelati Personali emessa dall'Ufficio GIP del Tribunale di Frosinone a carico di 2 soggetti, ritenuti responsabili a vario titolo di corruzione per atto contrario ai doveri d'ufficio nonché frode nelle pubbliche forniture ed altro.

Il primo soggetto, architetto e direttore dei lavori per conto della ditta ASTRAL è stato sospeso dall'esercizio di pubblico ufficio per 12 mesi; al secondo, imprenditore di un consorzio di imprese, è stato temporaneamente vietato di esercitare determinate attivitá professionali per 12 mesi.

L'attivitá d'indagine è nata in seguito all'esecuzione dell'appalto di sorveglianza, pronto intervento e manutenzione ordinaria delle strade di competenza regionale, affidato dalla ditta ASTRL (azienda strade lazio) spa  per un totale generale di intervento di 4 milioni di euro circa.

I Carabinieri stanno inoltre notificando altri 12 avvisi  a carico di imprenditori, direttori dei lavori, responsabili di 3 uffici tecnici di 3 comuni della provincia di Frosinone, tutti indagati nell'ambito di procedimento penale stralciato e scaturito a seguito della prima attivitá investigativa poiché responsabili a vario titolo di abuso d'ufficio, turbata libertá degli incanti, falsitá materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici ed altro. Reati concretizzatisi nell'ambito di gare di appalto indette per l'assegnazione di lavori pubblici per un valore di 5 milioni di euro, eseguiti in tre comuni di questo circondario.

Nessun particolare è stato diffuso in merito all'identità delle persone coinvolte e sui comuni dove si sarebbero verificati i fatti.