Era di Cava dei Tirreni il trentaduenne che alle tre della notte tra giovedì e venerdì si è scontrato con il suo furgone contro un tir fermo in una piazzola di sosta lungo l'autostrada del sole in direzione sud nel territorio di Roccasecca. L'ennesimo tragico schianto sulle strade che in questi giorni sono state teatro di diversi incidenti mortali. Il tratto sul quale ha perso la vita il giovane campano è lo stesso sul quale è morta la famiglia calabrese solo quattro giorni fa. Padre, madre e figlio di pochi mesi erano di ritorno dalla Capitale. La salma del trentaduenne è stata portata all'obitorio del Santa Scolastica a disposizione dell'autorità giudiziaria per l'esame autoptico.

Roberto Vitale era partito qualche giorno fa in direzione Bolzano dove avrebbe dovuto acquistare un furgone. La compravendita è andata bene Roberto stava tornando a casa a bordo del suo nuovo veicolo. Poi qualcosa è andato storto, e c'è stato l'impatto, terribile, tra il furgone di Roberto e un tir fermo nella piazzola di sosta. Lo schianto è stato fortissimo e l'autista dell'altro mezzo, un cinquantenne è sobbalzato. Sul posto sono intervenuti gli uomini della polizia stradale coordinati dal comandante Giovanni Cerilli e il personale del 118.

L'autista del tir è stato trasportato all'ospedale Santa Scolastica dove è stato ricoverato in stato di choc. La ricostruzione dell'incidente è al vaglio degli agenti di polizia, si dovrà stabilire la dinamica e lo stato del mezzo fermo, forse a causa di un'avaria, e di quello sul quale viaggiava Roberto. Il trentaduenne era partito per riportare a casa un furgone nuovo, per lavorare, per darsi da fare, e a pochi chilometri da casa il suo destino è stato crudele.