Movida ad alta tensione con arresti e denunce di ragazzini che "trasportavano" la droga. Movida movimentata, a Cassino, su due fronti, minorenni (come spesso raccontato) che portano il "fumo" a coetanei e non solo, insieme a ragazzine; dall'altra parte i controlli persistenti della polizia di Stato in tutto il centro. Un "incontro", ieri notte, tra i due mondi ha fatto scattare un arresto e una denuncia.

Gli agenti del dottor Mascia, infatti, hanno fermato due giovani e scovato 50 grammi di hashish: nei guai un minorenne e l'amica. Il sistema dei baby corrieri e dei baby pusher ha preso piede nella piazza-salotto della città: passano inosservati e riescono a coinvolgere altri ragazzini con maggiore facilità. Figure capaci e "specializzate" nei movimenti lungo le strade urbane e nelle aree dello sballo, per trasformare il divertimento sano in malsano. E sfigurare il volto della movida.