E' diventato tragicamente più grave il bilancio dell'incidente stradale verificatosi poco dopo le 13 nel tratto dell'Autostrada A1 compreso fra i caselli di Ceprano e Pontecorvo. Secondo una prima ricostruzione dei fatti sono stati tre i mezzi coinvolti nel sinistro, avvenuto al km 654 in direzione Sud, in territorio al confine tra Colfelice e Roccasecca. Tre, infatti, e non due, sono i morti rimasti sull'asfalto torrido di questa maledetta domenica di luglio. 

Ad avere la peggio è stata un'intera famigliola diretta al sud, probabilmente per trascorrere un periodo di vacanza in qualche località delle vicine zone turistiche: a morire tra le lamiere contorte della propria auto sono stati padre, madre e la figlioletta che viaggiava con loro. L'identità non è stata ancora resa nota, ma dalle prime informazioni pare si tratti di una famiglia di origini calabresi, in spostamento, come detto, per le vacanze. 

Sul posto si sono portati diversi mezzi dell'Ares 118, fra cui anche un'eliambulanza, per soccorrere anche gli altri feriti causati dall'incidente, alcuni sembra in condizioni molto serie, che sono stati smistati negli ospedali più vicini. Intervenuti anche i vigli del fuoco e gli agenti della polizia stradale. 

Il traffico è andato subito in tilt in entrambe le direzioni di marcia per permettere le operazioni di soccorso e i rilievi: al momento si registrano circa 6 chilometri di coda in direzione sud e 3 in direzione nord. Tutta da chiarire la dinamica del tragico sinistro. 

SEGUONO AGGIORNAMENTI

Un altro incidente mortale. Poco fa lo schianto costato la vita a due persone di cui ancora non si conoscono le generalità è avvenuto lungo le corsie dell'A1 in territorio di Colfelice. Uno schianto che non ha lasciato scampo a due persone estratte dalle lamiere dai vigili del fuoco di Frosinone. Sul posto gli agenti della Sottosezione A1 di Cassino coordinati dal comandante Cerilli. Traffico bloccato. Sul posto si è portata anche un'eliambulanza dell'Ares 118. Probabile la presenza di altri feriti, anche gravi. 

SEGUONO AGGIORNAMENTI 

di: La Redazione