Falso avvocato finisce in manette. A.C., 59 anni, è stata arrestata ieri dai carabinieri di Aquino che hanno dato esecuzione a un provvedimento della Procura Generale della Corte d'Appello di Roma. 

La donna, già nota per reati contro il patrimonio, la pubblica amministrazione e la fede pubblica, è stata ritenuta responsabile di falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, falsità materiale commessa dal privato, abusivo esercizio di una professione e truffa, commessi nel comune di Aquino tra il 2006 e il 2008. E per questo condannata a una pena (residua) di 6 anni, 3 mesi e 24 giorni. Sono stati i carabinieri di Aquino, guidati dal maresciallo Sergio Parrillo, a trasferire la donna nel carcere di Rebibbia.

Il presidente dell'Ordine degli Avvocati di Cassino, Giuseppe Di Mascio ha specificato che la donna: «Non era avvocato, anzi, radiata da anni. Ora risponderà dei reati contestati. L'Ordine tutela tutti gli avvocati che lavorano onestamente». Secondo la ricostruzione dei carabinieri sarebbero stati numerosi i clienti finiti nella sua "agenda". Alcuni dei quali hanno presentato denuncia.

Le altre operazioni
L'arresto è scattato durante l'attività coordinata dal Comando provinciale, durante la quale i carabinieri della Compagnia di Pontecorvo hanno setacciato il territorio. Servizi che hanno visto l'impiego del personale del Norm e di numerose pattuglie della Compagnia – guidata dal capitano Nicolai – insieme ai cani dell'unità cinofila del Nucleo di Roma Ponte Galeria. Nel dettaglio, sono state effettuate numerose perquisizioni personali, veicolari e domiciliari; controllati 52 autoveicoli; identificate 61 persone; elevate decine di contravvenzioni al Codice della Strada.