Tre arresti operati dagli agenti della squadra volante della questura di Frosinone, diretti dal dott. Flavio Genovesi, in meno di 24 ore.

Il primo è avvenuto nel pomeriggio di ieri quando i poliziotti, impegnati nel recupero di un autocarro rubato, hanno notato un giovane che alla loro vista ha tentato di darsi alla fuga. Gli agenti lo hanno prontamente raggiunto e fermato. L'uomo è risultato essere sottoposto a sorveglianza speciale, con l'obbligo di dimora in un comune della provincia romana. Per questo e per il reato di inosservanza al foglio di via obbligatorio dal comune di Frosinone, gli uomini delle volanti lo hanno arrestato.

E sempre gli agenti della squadra volante hanno arrestato, durante la notte, altri due soggetti noti alla polizia. I due, rispettivamente di 40 e 34 anni, con alcuni sassi avevano aperto un foro per introdursi nei locali di un'attività commerciale nella parte bassa del capoluogo. Una volta all'interno avevano trafugato un monitor ed il registratore di cassa che era, però, vuoto. Il fiuto degli agenti, diretti dal dott. Genovesi, ha permesso di bloccare gli autori del furto prima che potessero dileguarsi. Nei confronti dei due, già gravati da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e la persona, oltre che per violazione in materia di sostanze stupefacenti, l'accusa è di furto aggravato in concorso. Per il 40enne, inoltre, risulta essere in atto anche la misura della sorveglianza speciale, con l'obbligo di non allontanarsi dalla sua abitazione dalle 23.00 alle 7.00. Nella tarda mattinata si sono svolti i processi per direttissima.