Ancora una volta le forze dell'ordine si impongono contro la piaga dello spaccio che attanaglia la città martire. Ieri notte, a Cassino, i carabinieri hanno arrestato per "detenzione di sostanze stupefacente ai fini di spaccio" un 45enne, già censito per estorsione, stupefacenti, furto, danneggiamento ed un 29nne, già censito per stupefacenti, lesioni resistenza a P.U., evasione, entrambi del luogo. I due stavano viaggiando a bordo di un taxi quando sono stati intercettati dai militari all'uscita del Casello Autostradale A/1 di Cassino diretti sulla S.R. 630 in direzione Formia.

All'alt, il conducente del taxi, un napoletano risultato estraneo ai fatti, si è fermato: mentre il 45enne veniva identificato, l'altro uomo è sceso dalla vettura dandosi velocemente alla fuga abbandoando i propri effetti personali, un telefono cellulare e un biglietto ferroviario, disfacendosi al tempo stesso di un involucro che è stato prontamente recuperato dai militari operanti. Sono stati così scoperti e messi sotto sequestro due panetti di hashish per un peso complessivo di 194,06 grammi. Il ragazzo è stato poco dopo rintracciato nelle vicinanze di un'attività commerciale del posto. Entrambi gli arrestati sono finiti ai domiciliari e al 29enne è stato contestato anche il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.