Ancora un indagato nell'inchiesta delle schede contraffatte a Piedimonte San Germano. Ad essere iscritto a garanzia nel registro è il dottor Ettore Urbano, per il reato di violazione della legge elettorale. Un passaggio compiuto da qualche giorno dagli investigatori che seguono il caso da alcuni mesi.
È il sesto indagato dopo il dipendente comunale, due rappresentanti di lista, una donna e un consigliere comunale. Urbano, protagonista proprio del ricorso al Consiglio di Stato proprio sulle schede segnate da simboli geometrici si trova coinvolto con una iscrizione a garanzia. Il dottore saprà sicuramente dimostrare la sua posizione e ricostruire esattamente i fatti. Ha sempre nutrito - come dichiarato nel recente passato - fiducia nella giustizia pur non volendo mai commentare nel merito su alcun avanzamento delle due inchieste che sono scaturite sulle amministrative di Piedimonte.