Un'area attrezzata con giostre speciali dedicate ai disabili. Nel parco Baden Powell sono state installate delle strutture che permetteranno ai ragazzi sulla sedia a rotelle di trascorrere ore di gioia con gli amici. Un'idea del Consorzio dei Servizi Sociali del Cassinate, presieduto da Edoardo Fabrizio finanziata dall'Inps, e per la quale il Comune ha messo a disposizione l'area nel parco.
«Questa è un'idea che nasce circa un anno fa, è un progetto al quale sono molto legata e che ho fortemente voluto -ha dichiarato entusiasta Francesca Calvani,vicepresidente del Consorzio- Tutti i bambini hanno il diritto di crescere e giocare insieme ai loro amici. I giochi inclusivi sono importanti ma lo è anche l'area in cui vengono collocati per permettere l'integrazione. Al primo posto c'è la sicurezza che deve essere garantita a tutti i ragazzi che utilizzano i giochi, sia per i normodotati, che per i disabili, tutti fanno parte della stessa comunità. L'obiettivo è quello di mettere ogni bambino nelle condizioni di giocare e crescere. Sarebbe bello se ogni comune lavorasse all'inclusione acquistando giochi per tutti».
Soddisfatto anche il sindaco: «A dieci giorni dal dissesto inaugurare questi giochi è un segno positivo. Ora chiedo a tutti di fare attenzione e di segnalare eventuali vandali. Più senso di civiltà, rende migliore tutta la comunità».
I veri protagonisti della mattinata sono stati loro, quei ragazzi che vivono quotidianamente la loro disabilità e che, alla vista dell'altalena, hanno avuto sorrisi e risate di gioia.
«Queste cose le avevamo viste solo su internet ha detto Patrizia, la mamma di uno dei ragazzi, Averle qui significa poter permettere ai nostri ragazzi di trascorrere ore spensierate a casa loro».