Treni ancora bloccati sulla linea ferroviaria Cassino-Frosinone-Roma e ritardi fino a 120 minuti a causa del ritrovamento, intorno alle 6 di questa mattina, del cadavere di una persona ancora da identificare. Sul luogo della tragedia, che si trova tra le stazioni di Anagni e Colleferro, in territorio di quest'ultimo comune, dopo l'allarme dato dal personale delle ferrovie e da molti passeggeri si sono portati il personale del 118, che ha constatato la morte della persona, i carabinieri e il magistrato.

Al momento il corpo non è stato ancora rimosso e sono in corso tutti i rilievi del caso per fare luce sulla vicenda e ricostruire cosa realmente sia successo questa mattina. Stando ad alcune indiscrezioni trapelate, nessuna ipotesi sarebbe al momento esclusa dagli investigatori. Ancora ignota l'identità della persona centrata in pieno dal treno in corso che ne ha letteralmente maciullato il corpo

Quanto ai pendolari, per loro si è trattato di un dramma nella tragedia. Ritardi come detto, abissali, appuntamenti di lavoro e di studio saltati. Disagi a non finire, insomma, mitigati solo in parte dall'arrivo di diversi pullman sostitutivi del Cotral che hanno caricato a bordo più passeggeri possibile per portarli alle rispettive destinazioni.  

Pochi minuti fa si è saputo che si tratterebbe di un uomo di 69 anni di Colleferro investito dal treno a 200 metri dall'uscita dalla stazione di Colleferro, in direzione sud. Sul posto anche la Polfer, la Polizia e la Scientifica di Velletri. Da stabilire, ovviamente, se si è trattato di un incidente o di un gesto volontario da parte dell'uomo. 

Un cadavere sui binari nel tratto compreso tra le stazioni di Anagni e Colleferro: è questa la causa del black out della circolazione ferroviaria che da quasi un'ora ha bloccato la linea Cassino-Frosinone-Roma. Il corpo di una persona senza vita sui binari è stato notato dal personale dei treni in transito e da molti passeggeri. Immediatamente è scattato l'allarme e sul posto si sono portati i sanitari del 118 (che però non hanno potuto fare nulla se non constatare il decesso della persona), i carabinieri e da poco anche l'autorità giudiziaria. 

Finora nulla è trapelato circa l'identità della vittima e le cause dell'accaduto. Soccorritori e magistrati sono ancora sul posto e sulla linea ferroviaria si registrano ritardi molto forti dovuti alle operazioni in corso da parte delle forze dell'ordine e della magistratura.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

di: La Redazione