L'attesa per conoscere la verità diventa sempre più snervante con il passare delle ore. Perché cresce, allo stesso tempo, la consapevolezza di essere vicini alla verità. Ne è certo papà Guglielmo che già 17 anni fa aveva indicato la strada da percorrere. Proprio oggi il delitto di Serena tornerà alla ribalta dell'attenzione nazionale sulla Rai, con uno spazio nella trasmissione "La Vita in Diretta". E di certo non potranno essere ignorati passaggi che hanno portato gli inquirenti coordinati dal pm Beatrice Siravo direttamente in Polonia.

La pista, l'ultima, battuta dagli investigatoridella Compagnia di Pontecorvo e del Comando provinciale coordinati dal colonnello Cagnazzo ha portato in Polonia per il prelievo del dna (sembrerebbe) a due donne che nel 2001 si trovavano ad Arce Da un articolo apparso su un quotidiano di Lublino sono emersi altri dettagli interessanti: il cronista ha infatti parlato di sei testimoni ascoltati in procura, «probabilmente persone che hanno lavorato in Italia nel 2001 e che potrebbero essere in possesso di informazioni dettagliate». «Credo siano le stesse che erano qui ad Arce fino alla morte di mia figlia. Sono stati effettuati tutti i tipi di accertamenti,compresi quelli del dna ad Arce. Ora si sta battendo anche questa pista che credo sia molto importante» ha commentato Guglielmo