P.Re.Val.E, il Programma regionale di valutazione degli esiti degli interventi sanitari, curato dal Dipartimento di epidemiologia del servizio sanitario regionale del Lazio (Dep), contiene le informazioni relative alle cure erogate dalle strutture sanitarie regionali. E, attraverso questo programma, è possibile prendere in esame i dati d'interesse.

Sull'asma pediatrico (dati al 31/12/2017), ospedalizzazione e percentuali, si evince che il numero di casi nel Lazio è pari a 246: «Il territorio della provincia di Frosinone - sottolinea il consigliere provinciale e comunale di Forza Italia Danilo Magliocchetti - al pari della Asl Roma 6, registra il numero più alto di ospedalizzazione (40) di tutte le altre province, esclusa solo Asl Roma 2 che che riporta 7 casi in più. Inoltre, la locale Asl registra il primo assoluto, 0,61 tasso grezzo (il rapporto tra il numero di casi in cui si presenta la caratteristica in studio e la popolazione di riferimento, ndr) per 1000 abitanti del Lazio e il tasso di Frosinone è superiore a quello regionale che è 0,30». Per i distretti: 21 casi di ospedalizzazione nel distretto Alatri-Anagni (tasso grezzo 1,73), 15 Frosinone (0,61), 3 Sora (0,23), 1 Cassino (0,06): «È il caso di analizzare i dati del distretto "A" Alatri-Anagni. Quello della Valle del Sacco che risulta il più alto della provincia sia per casi di ospedalizzazioni che per tasso ogni mille abitanti. Capire bene perché nel distretto "A" si sono registrati nel 2017 più casi di asma pediatrica rispetto ai distretti di Frosinone, Cassino e Sora sommati.

Ciò in considerazione del fatto che, come è rilevabile anche dal sito dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, "L'inquinamento ambientale incide sull'aumento percentuale di casi di asma pediatrico". Questa analisi, sui casi di asma pediatrico, in particolare al nord della provincia, è indispensabile allo scopo di studiare e capire importanti fenomeni sanitari ed eventuali correlazioni territoriali, legate ai bambini nati nella nostra provincia».