Truffe on-line, questa volta a finire nei guai una intera famiglia di Fiuggi che, dopo aver messo in vendita su internet una borsa Louis Vuitton dal valore di 1300 euro a 200 euro, ricevuti numerosi pagamenti per l'acquisto, non ha mai effettuato la consegna. Anche in questa circostanza brillante l'operato degli agenti del commissariato diretti dal vice-questore Sergio Vassalli. Nei guai tre persone: ilmarito di 57 anni, la moglie di 61 e la figlia di 33.

I denunciati sono accusati di aver messo in vendita su un sito di acquisti on-line una borsa del prestigioso marchio Louis Vuitton, del valore commerciale di 1.300 euro, per la somma accattivante di 200 euro. Nella rete dei truffatori, vista la particolare offerta al ribasso, sono cadute diverse persone della Sardegna, Toscana, Molise e Sicilia. E le vittime sarebbero state tante di più senza l'inter vento della polizia di Fiuggi che ha scoperto il tutto.

La poste-pay utilizzata per ricevere il denaro da parte degli ignari acquirenti, che non hanno mai ricevutoquanto ordinato, era intestata ad una persona diversa dagli indagati, al fine di evitare la loro identificazione. All'interno dei computers e degli smartphone sequestrati e sottoposti ad accertamenti tecnici poi sono stati trovati numerosi indizi dell'attività illecita posta in essere dall'intera famiglia.