La polizia gioca d'anticipo. E, attraverso un elenco di suggerimenti, punta sulla prevenzione in vista delle vacanze estive e del pericolo ladri. Accorgimenti da adottare e consigli da saper cogliere per ridurre al minimo il rischio di subire un furto in casa. Tra le indicazioni degli agenti per «un'abitazione sicura» quelli di «rendere sicure porte e finestre: ideale è una porta blindata con serratura antifurto e spioncino» e «non far sapere, fuori dall'ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell'allarme». E ancora: «per la duplicazione di una chiave incaricare sempre una persona di fiducia».

In caso di assenza
per periodi brevi o lunghi
La polizia, nell'invitare la cittadinanza a collaborare in maniera attiva, «segnalando al 113 l'eventuale presenza, nei pressi delle proprie case o nel quartiere, di persone sconosciute o di auto che si aggirano in modo sospetto», fornisce indicazioni ai cittadini anche per «un'abitazione sicura in caso di assenza per brevi o lunghi periodi». Tra i suggerimenti relativi al primo caso quello di «lasciare qualche luce accesa, la radio, l'impianto stereo o il televisore in funzione» e «non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti». In caso di assenza per un lungo periodo gli agenti consigliano di «evitare l'accumularsi di posta e pubblicità nella cassetta delle lettere, chiedendo a un vicino di ritirarla» e «installare, se possibile, un dispositivo automatico che, a intervalli di tempo, accenda le luci, la radio e la televisione». "Per evitare brutti scherzi" «non far sapere a estranei i programmi di viaggi e vacanze, evitando di pubblicare sui social network foto o indicazioni a riguardo poiché, queste informazioni, potrebbero arrivare in maniera indiretta a persone poco raccomandabili». Un suggerimento prezioso è quello di «fotografare oggetti di valore in casa». In caso di furto, infatti, la ricerca da parte delle forze dell'ordine sarà facilitata.