Oltre centocinquantamila accessi al pronto soccorso. Sono i numeri di quanti si sono recati, per un'emergenza, nelle strutture ospedaliere della provincia, secondo il rapporto Prevale, nel 2017. Il dipartimento di Epidemiologia del servizio sanitario del Lazio ha pubblicato l'aggiornamento al 31 dicembre dei dati del "Programma regionale di valutazione degli esiti degli interventi sanitari". A renderlo noto è stato il consigliere comunale e provinciale Danilo Magliocchetti.
A Frosinone gli accessi sono stati 49.833 con una percentuale di abbandono del 19%, il più alto di tutte le Asl del Lazio. La metà dei pazienti è rappresentato da codici verdi (51%), seguono i gialli con quasi il 38%, mentre i codici rossi sono il 5,89%, anche in questo caso è il top del Lazio. Infine il 2% è stato catalogato come bianco. A Cassino i codici rossi sono il 3,45% dei 38.742 accessi, oltre la metà dei quali sono verdi (54%). Quasi quattro su dieci sono gialli, mentre i bianchi sono lo 0,84%. La percentuale di abbandono è al 6%.

A Sora il numero di accessi è al 26.947 con una percentuale di abbandono del 5%. I verdi in questo caso sono il 62%, mentre un terzo sono i gialli e l'1,53% i rossi. Altri 26.264 accessi sono avvenuti ad Alatri, dove sette su dieci sono codici verdi, quasi tre su dieci i gialli, mentre i rossi sono lo 0,5% e i bianchi lo 0,4%.
A Frosinone il tempo di permanenza si attesta a 3 ore e 59 minuti, mentre quello di attesa a 44 minuti. Nell'11% dei casi la permanenza si protrae tra le 12 e le 48 ore, mentre il 3,57% deve attendere oltre le 48%, il resto, ovvero, l'85%, entro le 12. A Cassino il tempo di permanenza è di 2 ore e 49 minuti, quello di attesa 41 minuti con il 91,5% che ha una permanenza di 12 ore, l'8% entro le 48 e lo 0,43% oltre le 48 ore. A Sora la permanenza è di 2 ore e 43 minuti con un tempo di attesa di 16 minuti. L'86% ha una permanenza di 12 ore, il 10% fino a 48 ore, il 2,7% oltre i due giorni. Ad Alatri i tempi di permanenza sono di 2 ore e 53 minuti, di attesa 44 minuti, con il 95% che ha una permanenza entro le 12 ore, il 4% entro le 48 e lo 0,13% oltre le 48 ore.

«Dalla lettura di questi dati emergono chiaramente alcuni dati incontestabili - commenta Danilo Magliocchetti - In primo luogo, che i pronto soccorso dell'ospedale Spaziani di Frosinone e il Santa Maria Goretti di Latina sono quelli che sono andati in maggiore sofferenza nel corso del 2017, sia per numero di accessi totali, che per la mediana del tempo di permanenza, che per le strutture di emergenza e urgenza sono state superiori alla media della regione. Anche la mediana del tempo di attesa a Frosinone e Latina è stata superiore alla media regionale. La durata della permanenza nel pronto soccorso superiore alle 48 ore, allo Spaziani del capoluogo è stata del 3,67% rispetto agli accessi totali. Una percentuale di gran lunga superiore a tutti gli altri pronto soccorso della regione».