La mano dei soliti incivili è sempre pronta a colpire e, purtroppo, a farne le spese è il territorio, che viene deturpato.
I rifiuti continuano ad essere, biglietti da visita di molti comuni, perché lo scempio appare soprattutto nelle zone di periferia e alle porte del paese. Ci sono pneumatici, vestiti, plastica, ingombranti, sacchi neri contenenti chissà quale materiale.
A fotografare il degrado il consigliere d'opposizione Francesco Foglietta. Le immagini sono state pubblicate anche sulla sua pagina Facebook e diversi i commenti dei cittadini e di chi ama l'ambiente e condanna i continui abbandoni.
Non abbassano la guardia neppure i vigili urbani e i carabinieri, che stanno mettendo in campo tutte le azioni per "smascherare" chi non differenzia. Ma non è semplice.

E in molti casi chi deturpa il territorio sono cittadini dei paesi limitrofi. Diversi i "furbetti" multati nel tempo, ma purtroppo il fenomeno dell'abbandono continua senza sosta. Spesso anche cittadini in "trasferta" dai paesi limitrofi che invece di differenziare caricano sacchi e sacchi di rifiuti e diverso materiale sulle auto per poi gettarli a ridosso delle strade di campagna. Un fenomeno difficile da contrastare e per il quale si torna a chiedere agli enti competenti di trovare soluzioni che possano riuscire a mettere fine agli scempi continui e soprattutto a non ritrovarsi la natura invasa da materiale inquinante. Servirebbe il buonsenso delle persone. C'è anche un numero verde da chiamare per la raccolta di ingombranti, come ricordano i cittadini civili, ma purtroppo non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.