Non ce l'ha fatta Angelo Castaldi, 77 anni di Ceprano, conosciutissimo ex amministratore locale, che ieri è precipitato, con tutta probabilità in modo accidentale, dentro la piscina vuota di proprietà familiare adiacente la sua abitazione. Nell'impatto l'uomo ha battuto violentemente la testa sul fondo della piscina, dopo un volo di circa due metri, procurandosi gravissime ferite. Elitrasportato all'Umberto Primo di Roma dopo le prime cure da parte dei sanitari del 118, ha cessato di vivere, poche ore fa, a circa 24 ore dal tragico incidente. Una morte intervenuta senza che i medici capitolini potessero fare nulla: troppo gravi le ferite riportate, tanto da non permettere neppure un qualsiasi tipo di intervento chirurgico. Ora la sua salma è a disposizione del  magistrato che nelle prossime ore dovrà decidere se far effettuare o meno l'autopsia. Da tale decisione dipende anche il rilascio del nulla osta ai familiari per lo svolgimento dei funerali. 
La notizia ha destato, fin dalle prime ore, grandissimo sconcerto e dolore tra la popolazione. Dolore e sgomento che ora, alla notizia della sua morte, si sono ancora di più ingigantiti. Angelo Castaldi, come detto, era infatti conosciutissimo in paese, anche in quanto padre di Paolo Castaldi, altro amministratore locale, attualmente è consigliere comunale, nonché apprezzato medico. Angelo Castaldi è stato un noto attivista politico sin da giovane, assessore e vice sindaco per anni, sempre presente sulla scena politica ed amministrativa locale, partecipe della vita della città. Nutriva una forte passione per la politica, aveva tantissimi contatti e parlava con tutti i suoi concittadini,

Cade nella piscina vuota. Angelo Castaldi, 77 anni, conosciutissimo ex amministratore locale, è stato trasportato ieri in codice rosso con un elicottero dell'Ares 118 al policlinico Umberto I di Roma. Le sue condizioni sono apparse subito gravi. L'incidente è avvenuto intorno alle 13.

L'uomo, che ha problemi alla vista, era nella sua abitazione di via Sfratti quando, accidentalmente, mentre era in giardino per eseguire piccoli lavori di manutenzione, si è avvicinato alla sua piscina, ancora non riempita d'acqua. È stato un attimo: Castaldi è caduto giù compiendo un volo di oltre due metri. L'impatto col fondo della piscina gli ha causato un forte trauma cranico oltre a diverse sospette fratture.
Le sue condizioni sono apparse subito gravi ai soccorritori del 118 intervenuti sul luogo e scesi nella piscina per prestargli le prime cure.
Si è perciò deciso di richiedere l'intervento dell'eliambulanza. Poco dopo l'elicottero è atterrato poco distante, l'ex amministratore è stato caricato a bordo e trasportato d'urgenza a Roma.

Purtroppo, da qualche anno Castaldi ha problemi alla vista, tant'è che la moglie gli sta sempre vicina.Forse una distrazione potrebbe essere stata la causa della caduta.
Immediatamente la notizia si è diffusa in città sia perché Angelo Castaldi è stato uno degli storici protagonisti della scena politica locale sia perché il figlio Paolo segue le sue orme ed è consigliere comunale.
Una famiglia molto conosciuta e apprezzata a Ceprano, con tanti amici. Angelo Castaldi è ora ricoverato al policlinico Umberto I di Roma.

Dopo i primi riscontri radiologici, i medici ne stanno monitorando attentamente i parametri vitali in attesa di poter intervenire sulle fratture.Tutti in città sperano che superi al meglio questo momento difficile e che presto possa tornare a casa, con lo spirito estroverso e battagliero di sempre. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i carabinieri della locale stazione coordinati dal luogotenente Bruno Falena che hanno effettuato i rilievi di rito. A loro il compito di ricostruire la dinamica dell'incidente. Sul posto gli attrezzi da giardino che il settantasettenne stava utilizzando proprio in prossimità della piscina vuota.