Furto in villa nella zona Zingardama. Il colpo è stato messo a segno nella serata di sabato. I ladri si sono introdotti nella casa approfittando dell'assenza dei proprietari che, al rientro, intorno alle 22.30, hanno trovato la brutta sorpresa.
La villa è stata messa a soqquadro, anche se non sarebbero stati rubati oggetti di valore, gioielli e denaro, non custoditi in casa. Del resto, sono in molti a non rischiare di tenere preziosi e denaro contante in casa proprio per non offrire facile refurtiva ai ladri di turno. I malviventi sono entrati nella villa dalla finestra della cucina. Purtroppo la casa non era ancora protetta dal sistema di allarme, che è in fase di installazione.

I ladri entrati in tutte le camere, in quelle da letto hanno aperto armadi, buttato a terra cassetti e frugato ovunque, anche alla ricerca della cassaforte, hanno seminato distruzione e causato non pochi danni. Non hanno però trovato denaronéoro, percuisonoandati via. Dietro di loro la devastazione. I proprietari avevano subito un altro furto lo scorso mese di settembre, con conseguenze ancora più gravi. È immaginabile la rabbia che hanno provato di fronte alla seconda grave violazione della loro abitazione. Sconforto da una parte, senso d'impotenza dall'altra, il desiderio digiustizia e il giusto risentimento di chi si sente indifeso di fronte all'escalation di furti. Il colpo è stato denunciato alle forze dell'ordine che indagano per risalire alla banda che ha preso di mira la villa e che, probabilmente, è autrice di diversi altri furti registrati nelle ultime settimane a Ceprano e nei centri limitrofi.