Un cielo di api. Così è stata descritta la situazione venutasi a creare sabato tra le località Ponte Olmo e Pantano. Ha impiegato diverse ore l'esperto in materia, Massimo Di Ruscio, per bonificare l'area con le dovute attenzioni. La paura per i residenti è stata tanta perché il tempo trascorso all'aria aperta è maggiore d'estate e l'apprensione di essere punti da questi insetti aumenta.

«È stato un duro lavoro ha detto l'apicoltore Al primo tentativo non ho avuto un esito positivo, ma per fortuna successivamente sono riuscito a bonificare gli spazi trovando una soluzione. L'attenzione resta alta con l'arrivo della bella stagione. Episodi di questo tipo sono in aumento. Nel pomeriggio ho ricevuto un'altra chiamata da Posta Fibreno, per rimuovere un nido di calabroni che si era annidato sotto un tetto», ha concluso l'uomo rendendosi disponibile ad aiutare chi è in difficoltà.