L'acqua nei campi è tornata anche ad Isola del Liri e Castelliri, ma a Sora i cittadini hanno ancora paura e tra dubbi e perplessità in molti riversano per strada e sui social lo sconcerto per quanto accaduto.
«Pesci senza vita continuano ad arrivare, portati dalla corrente del fiume Liri – affermano alcuni cittadini- La situazione che si è descritta nelle ultime settimane è drammatica.
Le immagini dei liquami trovati e poi asportati dalla Conca di Sora ci hanno colpito molto, specie dopo aver visto scatti fotografici degli ultimi giorni sempre di pesci morti e fanghi nel fiume, all'altezza di Fucino. Siamo in piena emergenza. Deve essere immediato un piano che ripristini la normalità altrimenti i problemi saranno giganteschi».

Effettivamente il fiume sembra essere sotto attacco e le autorità competenti stanno indagando sul perché di questo disastro ambientale che si sta verificando nelle ultime settimane che vede protagonista, il malcapitato verde Liri.

A Sora il sindaco Roberto De Donatis ha organizzato per lunedì prossimo un tavolo di lavoro per confrontarsi con i primi cittadini dei comuni che si trovano a monte del fiume Liri specificando: «Noi abbiamo sentito il dovere di intervenire immediatamente -ha detto il sindaco riferendosi alla sua amministrazione  Appena appresa la notizia la scorsa settimana ci siamo recati a Valfrancesca e abbiamo visto una massa di liquami che emanava anche un forte fetore. Abbiamo contattato l'Arpa e la guarda forestale. Con la polizia municipale attendiamo il responso ufficiale dei prelievi. Dall'esito delle analisi si capirà la natura dei rifiuti e quindi si andrà anche a circoscrivere l'azione che ha prodotto questa tipologia d'inquinamento. Soprattutto è nostra volontà iscrivere una notizia di reato perché vogliamo assolutamente che venga individuato il responsabile dell'azione inquinante del fiume Liri -ha aggiunto De Donatis- Il nostro è un fiume meraviglioso, purtroppo questo non è un episodio limitato: riteniamo che sia necessario anche coinvolgere l'intero territorio».