Si amplia e si rinnova il cimitero cittadino. In progettazione un importante intervento che prevede la realizzazione di ben 1200 loculi, cappelle, la camera mortuaria, i campi di inumazione e i relativi servizi. Opere importanti che di certo rappresentano un passaggio fondamentale nella storia del cimitero e che prevedono anche la realizzazione di un impianto fotovoltaico per l'alimentazione delle lampade votive.

«Si tratta di una progettazione ampia e impegnativa spiega il sindaco Tommaso Ciccone Un ampliamento importante con la realizzazione anche di servizi, destinato a soddisfare a lungo le esigenze del territorio. Loculi, cappelle, camera mortuaria, nuovi campi di inumazione, la chiesa e i servizi assicureranno un cimitero ampio e più attrezzato, adeguato alle esigenze attuali e future. Il cimitero è espressione della civiltà di un popolo per cui è importante averne cura e dare dignitosa accoglienza ai visitatori. Sono certo che i miei concittadini apprezzeranno l'intervento e l'impegno dimostrato per effettuare opere non secondarie».

Quindi Ciccone accelera: «Penso che ai defunti si debba riservare il dovuto rispetto, per cui urge completare questa pianificazione e poi partire con i lavori dice il sindaco L'installazione del fotovoltaico garantirà energia pulita e più economica per le lampade votive, si tratta dunque di un progetto molto articolato che coniuga svariate esigenze, dai servizi alle disponibilità di sepolture, dalla chiesa alla camera mortuaria. Pianificheremo tutto e saranno realizzati importanti lavori».
Ampliamento, ristrutturazione e innovazione sono le tre parole chiave del progetto di realizzazione del cimitero del futuro per la comunità pofana.