Spaccata notturna al "Bar 377": rubate due slot machine e il cambiamonete. Con un furgone usato come ariete, i ladri hanno buttato giù serranda e porta blindata. Il colpo è durato novanta secondi, tutto studiato nei minimi dettagli. Indagano i carabinieri della Compagnia di Alatri.

Avevano puntato alle slot machine e al cambiamonete: un colpo da migliaia di euro da mettere a segno senza lasciare tracce. Per raggiungere l'obiettivo i ladri hanno utilizzato un furgone (rubato ad una concessionaria di Frosinone) per sfondare la serranda laterale del noto "Bar 377" lungo la via Mària, a Castelmassimo. Il colpo è stato messo a segno intorno alla mezzanotte. Modus operandi collaudato: i malviventi hanno atteso il momento opportuno per entrare in azione. Il furgone posizionato in modo da far combaciare la portiera laterale in corrispondenza del varco così da caricare facilmente le due macchinette e il cambiamonete pieno di soldi.

Ad entrare in azione sono state due persone, incappucciate e ben organizzate perché sapevano come muoversi, così come hanno mostrato le telecamere di videosorveglianza interna. Volevano solo le slot visto che non hanno toccato altro. Hanno realizzato il colpo in meno di due minuti. Il veicolo ha sfondato l'ingresso e si è portato avanti anche il bancone con il terminale per le giocate del Lotto. Un danno da sei-sette mila euro ancora da quantificare bene. Tanta la rabbia dei titolari che hanno trovato il locale nel caos.
Un colpo da professionisti, incuranti sia dell'allarme che del complesso sistema di videosorveglianza. La banda delle slot è tornata a colpire, dopo il furto al "Central bar" di Colli la scorsa settimana. Alle vittime restano solo i danni, tanti, e un'attività da mandare avanti senza arrendersi.