C'era una volta il campo sportivo di San Lucio, oggi nel programma di tutti i candidati a sindaco. Rimasto per anni inutilizzato, è invaso da erbacce e sporcizia: la brutta copia del luogo di aggregazione che era un tempo, quando le domeniche si animava di tifosi e giocatori.
Un complesso sportivo da fare invidia ai comuni limitrofi, accogliente con tanto di palestra e spogliatoi. Purtroppo caduto nel dimenticatoio. Il campo da calcio è pieno di erba e insetti. Oltre alla sporcizia mai tolta che negli anni si è accumulata.

«È diventato una discarica a cielo aperto –commenta qualche residente- ci sono cumuli di materiali di scarto provenienti da lavorazioni edili che nessuno evidentemente vede. Di notte i camion vengono e scaricano qualsiasi cosa. Enormi crepe gravano sulla stabilità del tratto viario vicino, con grave rischio per l'incolumità di tutti. Ci auguriamo che vengano presi provvedimenti quanto prima, abbiamo fede nella nuova amministrazione che sicuramente saprà come intervenire dopo anni di desolazione».
Ma oltre al campo sportivo, c'è la palestra. Una struttura che avrebbe bisogno di una manutenzione seria e adeguata. Qualcuno aveva ipotizzato un unico bando per l'affidamento in gestione dell'intero complesso sportivo, quello che si spera in futuro anche per il Montorli. Le sorti del campo di San Lucio sono ora affidate al lavoro della nuova squadra di amministratori che andrà ad insediarsi il prossimo 11 giugno, ad elezioni concluse