Poveri in aumento e sempre più famiglie sono costrette a ricorrere alla Caritas per poter mangiare a Ferentino. I dati in merito sono angoscianti.
Da 200 famiglie circa che ricorrevano all'organismo pastorale per il ritiro del pacco alimentare, ogni 15 giorni, da gennaio ad oggi il numero di esse è aumentato toccando circa 270 nuclei familiari e non singoli cittadini. Farebbero parte di tale esercito perfino ex dirigenti di azienda.

Naturalmente tutto ciò è l'effetto della gravissima crisi economica che non investe soltanto Ferentino chiaramente, mentre la nazione attualmente è orfana di un governo e tutto questo, anche sulla scorta delle vicissitudini di questi giorni, lascia assolutamente allibiti. Molte persone non riescono a mangiare e nemmeno a curarsi per mancanza di soldi.
Per fortuna che c'è la Caritas diocesana che va in loro aiuto, anche se ci sarebbero problemi per la scarsità di viveri. Ecco allora che è stata programmata dalla Caritas diocesana, il cui referente della vicaria di Ferentino-Supino è Pietro Pro, una nuova giornata di raccolta di generi alimentari davanti ai supermercati di Ferentino e Supino da parte dei volontari il cui impegno è senza dubbio da apprezzare. Il nuovo appuntamento è fissato per sabato 9 giugno, da mattina a sera.

È sempre ammirevole l'impegno di Pietro Pro che mediante i social lancia i suoi appelli accorati ai cittadini di Ferentino e Supino. Il referente vicariale cerca volontari per la raccolta di viveri, rimarca Pro: «Non chiediamo denaro, ma soltanto generi alimentari non deteriorabili. La povertà è crescente nella nostra città, la gente non ha soldi e cerca di arrangiarsi come può per vivere, questo è preoccupante. Il momento di crisi che viviamo è drammatico, vi invito ad essere solidali con i fratelli in difficoltà. Donare anche poco è un gesto di grande amore, a noi costa poco ma chi lo riceve riacquista fiducia in se stesso e nel prossimo. Soprattutto oggigiorno tutti parlano di sociale (fa riferimento alla campagna elettorale, ndr), diamo un segnale tangibile di aiuto ai concittadini in difficoltà. I generi alimentari possono essere consegnati anche direttamente nel Centro di ascolto di Sant'Ippolito a Ferentino».