Una settimana di controlli aerei, concessi dall'Enac. La questione dei roghi illegali tra Cassino e il Cassinate assume ogni giorno dimensioni più importanti, viste le continue segnalazioni dei cittadini che temono per la loro salute. Le battaglie degli ambientalisti non mancano, anche perché le colonne di fumo denso avvistate e segnalate con cadenza quotidiana nascondo le insidie peggiori: il dubbio che quei roghi possano produrre sostanze addirittura tossiche.

Per questo, con l'autorizzazione dell'Enac (in ottemperanza a tutte le regole previste dall'Ente) per l'interasettimana il sostituto console del Toring club presso la Consulta dell'Ambiente di Cassino, Edoardo Grossi, sorvolerà con il mezzo Apr alcune zone comprese tra Cassino e Sant'Elia per cercare di risalire agli autori dei pericolosi roghi. Alta, anzi altissima l'allerta anche per Nocione dove sono attesi a breve i carotaggi: proprio ieri, da quella zona, è giunta la segnalazione della presenza di fieno tagliato nell'area interdetta. Ed è scattato il sopralluogo della Finanza.