Il calvario delle migliaia di ciociari che, specie ora con la bella stagione alle porte, usano la superstrada Frosinone-Mare per raggiungere il litorale, sta per finire. La strada, infatti, trafficatissima soprattutto nei fine settimana, da sei mesi è chiusa nel tratto finale, in direzione sud, da Terracina a Frasso. Interdetta per una serie di lavori necessari per la messa in sicurezza del viadotto che si trova proprio in coincidenza con lo svincolo per il piccolo centro pontino. Finirà il calvario. O almeno è questo l'auspicio di tutti. 

L'ultima comunicazione ufficiale sulla riapertura della strada è della fine di marzo quando l'Anas faceva sapere che la superstrada sarebbe stata riaperta il 25 maggio, quindi giovedì prossimo. Da quel momento, però, non sono più arrivate altre comunicazioni in merito e, quindi, tutto lascia pensare che la data potrà essere rispettata anche se non mancano gli scettici. Diffidenza dovuta a quanto accaduto nei mesi scorsi quando per ben due volte le date sulla riapertura non sono state rispettate.

I lavori, comunque, sono ricominciarti già da diversi giorni e questo è un dato ufficiale, verificato sul posto. Un intervento che inizialmente, così fu detto, sarebbe dovuto durare poche settimane, durante le feste natalizie, il tempo necessario a consolidare il viadotto Anxur. Invece il cantiere è rimasto bloccato per settimane. Di lì in poi una serie di annunci, smentite, rinvii, ancora annunci. Quindi quello, si spera definitivo, di marzo. Che indicava come data di riapertura venerdì 25 maggio: ormai ci siamo quindi. Non resta che attendere quest'altra manciata di giorni per verificare se si è trattato di un'altra promessa da... marinaio. E sarebbe davvero grave visto che ormai da diverse settimane sono migliaia i ciociari che nel week end in particolare prendono d'assalto il litorale pontino.