Una bottiglia contenente liquido infiammabile e appesa con uno spago al finestrino dell'auto. È quanto ha trovato ieri mattina un noto avvocato di Frosinone quando è andato a prendere la macchina parcheggiata sotto l'abitazione. Un atto intimidatorio su cui sono state avviate immediatamente le indagini da parte della Polizia. L'avvocato ha, infatti, subito contattato le forze dell'ordine per denunciare il fatto. Avviati tutti gli accertamenti per cercare di risalire all'autore del gesto.
Si starebbe seguendo già una pista ben precisa anche se vige il massimo riserbo sulle indagini.

La scoperta l'ha fatta ieri mattina proprio l'avvocato. Uscito di casa per andare a lavoro ha notato qualcosa di strano attaccato allo specchietto del veicolo. Appena si è avvicinato ha capito che si trattava di un vero e proprio atto intimidatorio. Non c'erano dubbi. Con uno spago, molto probabilmente un gesto compiuto nella notte, era stata legata una bottiglietta allo specchietto. All'interno non c'era acqua o una bevanda. Ma liquido infiammabile. A quel punto ha lanciato l'allarme e ha contattato le forze dell'ordine che hanno raggiunto il posto per effettuare tutti gli accertamenti che possano essere utili a identificare il responsabile. E, anche se nulla trapela al momento, gli investigatori starebbero seguendo una pista in particolare.

Quello di ieri mattina, tra l'altro, è solo uno degli ultimi episodi ai danni di avvocati. Ad aprile scorso è stato preso di mira un altro professionista. Un bandito, con un volto nascosto da un cappuccio e coperto da un lenzuolo, armato di una mazza di ferro, ha sfondato le finestre del suo studio. Un gesto, su cui stanno indagando le forze di polizia, che fa seguito anche a un altro atto intimidatorio avvenuto lo scorso settembre, quando vennero squarciate le gomme del fuoristrada sempre allo stesso legale. Tre anni fa, sempre nel capoluogo, nella parte bassa, venne appiccato il fuoco a un'auto di un altro noto avvocato di Frosinone. Indagini, dunque, serrate per dare un nome e un volto all'autore dell'atto intimidatorio di ieri al giovane avvocato frusinate. Sull'accaduto indagano gli agenti della Questura di Frosinone.