Erano le 16,30 di ieri pomeriggio quando il reparto volanti della Questura di Frosinone effettuava un blitz nella zona bassa della città dove ormai da diverso tempo era stata segnalata un'intensa attività di spaccio di sostanze stupefacenti nelle immediate vicinanze di una scuola materna-elementare. Gli uomini della squadra volanti da giorni tenevano sotto controllo la zona con passaggi frequenti e attività di osservazione verificando l'effettiva attività illecita che si concentrava soprattutto durante gli orari di uscita dei bambini. Invero, era proprio in quegli orari specifici che approfittando del continuo flusso di genitori e parenti che si apprestavano a prendere i propri figli che i tre individui intensificavano lo "smercio" con l'intenzione di passare in questo modo inosservati.

Tuttavia, gli "uomini"delle Volanti circondavano tutta la zona e decidevano di interrompere il traffico illecito proprio alle ore 16,30 durante l'uscita dei bambini, penetrando all'interno del plesso in questione e bloccando i malviventi. Si tratta di un 27enne originario di un paese limitrofo, di un 20 enne egiziano residente nel capoluogo e di un 22 enne marocchino cittadino comunque italiano. I primi due venivano tratti in arresto in quanto nel blitz venivano rinvenute con l'ausilio delle unità cinofile diverse dosi di cocaina e di hashish già confezionate e pronte alla vendita mentre il terzo veniva denunciato in stato di libertà.

Durante l'operazione nell'immediatezza del blitz venivano fermati due acquirenti, un 25 enne e un 20 enne, che avevano appena acquistato droga. I due, pertanto, venivano segnalati al Prefetto. L'attenzione del reparto volanti della Questura di Frosinone è sempre costante nella lotta allo spaccio di stupefacenti cercando con un'azione pregnante ed incisiva di contrastare la domanda e l'offerta monitorando in modo stringente ogni angolo della città, salvaguardando le fasce più deboli.