Ladri di olio in azione al Giglio. Rubano 60 litri di extravergine di olivae un'aspirapolvere di ultima generazione.
Ingente il bottino. Sul caso indagano i carabinieri della locale stazione. Non trovano oggetti preziosi e si accontentano, si fa per dire, dell'oro giallo delle colline ciociare. Senza contare i danni all'abitazione. Il raid furtivo è stato messo a segno tra il Giglio e Quadrozzi, in una villetta in località I Rotondi. I ladri hanno agito di notte. Lontano da occhi indiscreti hanno tentato il colpo e sono riusciti a portare via un bel bottino. Hanno superato il cancello dell'abitazione e si sono diretti al portone principale situato al piano terra. Con arnesi da scasso sono riusciti ad entrare finendo direttamente in quella che la famiglia usa come cantina.

Ed è qui che hanno trovato le lattine di olio acquistate il giorno prima dal padrone di casa. Sessanta litri di oro giallo, prodotto pregiatoper lesue eccellenti qualità organolettiche e quindi molto richiesto sul mercato dove arriva a costare anche più di 8 euro al litro. Poco distante c'era un'aspirapolvere diultima generazione del valore di oltre 2.000 euro, completamente nuova perché acquistata di recente. I malviventi hanno poi provato a rovistare altrove. Sono arrivati fino al secondo piano ma non hanno trovato niente e sono quindi fuggiti. Quando i proprietari si sono svegliati hanno trovato il portone di casa forzato. Entrati in garage si sono accorti che mancavano l'olio e l'aspirapolvere. A quel punto non hanno potuto fare altro che allertare le forze dell'ordine. Sul posto sono giunti i carabinieri che hanno effettuato i rilievi di rito utili alle indagini. Intanto l'altra sera un altro tentativo di furto si è verificato a Castelmassimo. I ladri hanno provato a forzare la serranda di casa ma è scattato l'allarme che li ha messi in fuga.