Sono entrambi di Castro dei Volsci le due persone rimaste coinvolte nell'incidente stradale mortale verificatosi circa un'ora fa al km 15 della Sr 637, la regionale via Gaeta, nei pressi della chiesa di San Sosio. Coinvolto un camion cisterna, del tipo utilizzato per il trasporto del latte, con a bordo due persone: l'autista, rimasto gravemente ferito nell'impatto ed elitrasportato in codice rosso in un ospedale di Roma, e il passeggero, che invece è morto sul colpo (e che non era dipendente della ditta che utilizzava il camion). Si tratterebbe di zio e nipote, entrambi residenti in contrada Vallefratta di Castro dei Volsci: il secondo al volante e il primo (che dovrebbe avere sugli 80 anni) che viaggiava sul lato del passeggero. 
Quanto alla dinamica, stando sempre alle prime informazioni trapelate, sembra che il sinistro sia stato causato dall'urto tra il camion cisterna e un'altra auto in transito in quel momento. Probabilmente per evitare l'altro mezzo il camion si è buttato su un lato della via finendo quindi fuori strada, in bilico tra la carreggiata e il fossato adiacente. Grande fatica hanno fatto i vigili del fuoco per estrarre i corpi delle due persone dall'ammasso di lamiere. 
In conseguenza dell'incidente la strada, molto trafficata, è stata interdetta alla circolazione automobilistica con pesanti ripercussioni sulla viabilità.

Incidente mortale, poco fa, sulla strada che da Castro dei Volsci conduce a Ceccano, nei pressi della chiesa di San Sosio. Per cause in corso di accertamento, stando almeno alle prime informazioni trapelate, un camion cisterna, del tipo di quelli utilizzati per il trasporto del latte, è uscito fuori strada. Il camion si è quindi "adagiato" lateralmente, in bilico fra la strada e il fossato prossimo all'arteria. 
A bordo c'erano due persone, autista e passeggero (le generalità di entrambi non sono ancora state rese note, ma comunque residenti in zona) che sono rimasti incastrati fra le lamiere contorte del camion cisterna, al punto che per estrarli è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco, giunti sul posto con i carabinieri e i sanitari del 118. Tragica la scena che si è presentata agli occhi dei soccorritori: il passeggero era già morto per le gravissime ferite riportare nell'impatto e molto grave è subito apparso anche l'autista del mezzo. 
Per quest'ultimo, dopo le prime cure del caso sul posto, i sanitari del 118 hanno disposto il trasferimento in eliambulanza in un più attrezzato ospedale di Roma. Per lui codice rosso e prognosi riservata.

SEGUONO AGGIORNAMENTI