Una ventina di parabrezza di auto abbandonati dietro e accanto ai cassonetti dell'immondizia in via Mola Vecchia. Sono stati notati ieri mattina e ci si chiede chi e per quale motivo si sia sbarazzato del materiale in questo modo. E' il trionfo dell'inciviltà.

Purtroppo i secchi che si trovano nelle zone dove non è ancora partita la raccolta differenziata, soprattutto nelle ultime settimane, sono strapieni.
Per non parlare della cattiva abitudine di chi, invece di differenziare, carica in auto sacchi e buste per raggiungere i contenitori più vicini e disfarsi del materiale.
A farne le spese sono in particolare le località alla periferia del capoluogo dove nei giorni scorsi, come riportato in più occasioni, non sono passate inosservate montagne di rifiuti accanto ai bidoni.

Un water, fino a due giorni fa, era in bella vista in via Ceccano, dove sono stati tolti i bidoni circa un mese fa. E, purtroppo, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
Basterebbe poco per rendere l'ambiente pulito, invece, c'è chi incurante delle conseguenze, lo deturpa.
"Abbiamo visto parabrezza accanto ai cassonetti. Non sappiamo il motivo della loro presenza. Se sono frutto di un furto e del relativo abbandono, oppure se qualcuno che avrebbe dovuto differenziarli in maniera adeguata, li ha lasciati accanto ai secchi. Un'altra questione vogliamo portare all'attenzione. Il fatto che troppo spesso i cassonetti sono stracolmi.
Quando scendiamo dai palazzi per andare a gettare i rifiuti non sappiamo mai se troveremo spazio nel contenitore. Sicuramente ci sono diversi cittadini "in trasferta" anche dai paesi limitrofi che non effettuano il servizio di differenziata riempiendo, così, in poco tempo, i bidoni"