Manutenzione ordinaria e straordinaria. In azione gli operai del comune coadiuvati da altre unità impiegate grazie alla misura prevista dall'ente per il sostegno al reddito per gli svantaggiati e infine dai rifugiati politici che volontariamente e gratuitamente offrono la loro manodopera.
Tre tipologie di risorse professionali impiegate nello stesso settore per garantire gli interventi urgenti, il decoro e le opere di pubblica utilità. A spiegare i dettagli degli interventi e dei progetti in atto sono i consiglieri Floriano Bertoni, delegato alla manutenzione, e Dino Fortuna, delegato ai servizi sociali. «L'attività degli operai della manutenzione rientra nelle mansioni attribuite alla squadra nell'ambito dell'organico dell'ente, ma il numero di unità a disposizione è sempre insufficiente rispetto alle esigenze del territorio specie in determinati periodi dell'anno, per cui, il prezioso lavoro svolto dagli operai è integrato dagli interventi aggiuntivi dei beneficiari del sostegno al reddito e dai rifugiati. Un importante contributo che assume valenza anche dal punto di vista umano e dell'integrazione. Riguardo al contributo ordinario 2017 e finalizzato al sostegno al reddito di nuclei familiari svantaggiati, sono state presentate 90 domande, 86 sono state ammesse in graduatoria e 37 finanziate. La copertura finanziaria prevista è pari a 25.000 euro. I beneficiari del contributo assicurano 50 ore di attività volontaria per effettuare lavori di manutenzione. Si tratta di una collaborazione importante che ci consente di realizzare interventi che altrimenti sarebbero destinati ad attendere in considerazione delle priorità e delle urgenze».
E proseguono: «Non meno significativo è l'impiego volontario e gratuito dei rifugiati, circa dieci, che si realizza grazie agli accordi siglati con le cooperative e che non solo assicura la valorizzazione di valide energie professionali, ma promuove l'integrazione e l'accettazione dei rifugiati. Tra le diverse opere assicurate la pulizia delle strade, la tinteggiatura delle ringhiere, la cura del verde pubblico, oltre agli interventi cui provvede costantemente la squadra di manutenzione e che si intensificano nel periodo estivo».