Annuncia il suicidio su Facebook, ventiquattrenne salvato in extremis. Aveva bevuto ammoniaca, ma subito dopo aver compiuto il gesto nella sua abitazione, alla periferia del capoluogo, si è sfogato sul social network, spiegando le sue motivazioni e rivolgendo belle parole ai genitori, alla fidanzata e agli amici. Il suo post, per fortuna, non è passato inosservato. Più di qualcuno ha capito che quanto letto non erano parole buttate al vento, non era uno scherzo. E grazie al tam tam degli amici sono stati subito contattati i familiari e il 118. Il ragazzo è stato preso in cura dal personale medico e accompagnato all'ospedale "Fabrizio Spaziani" di Frosinone. Fortunatamente la sua vita non è in pericolo. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri che, come da prassi in queste circostanze, hanno avviato tutti gli accertamenti del caso.
I fatti

Il testo del post su Facebook
«Amici miei non ce la facevo più a fare questa vita. Ho bevuto l'ammoniaca, tra poco creperò in pace. Vi porterò tutti nel cuore, sia amici che nemici, ognuno di voi mi ha riempito dandomi sempre qualcosa in più. Dite a mia madre che la amo più di ogni altra cosa; a mio padre che anche se non andavamo d'accordo in cuor mio ho amato pure lui e dite grazie alla mia ragazza che mi ha dato tutto l'amore che mi mancava da una vita. Addio ragazzi». Questo il messaggio postato sabato scorso, su Facebook, da un ventiquattrenne di Frosinone. Un post che, fortunatamente, non è stato preso alla leggera dagli amici che lo hanno letto sulla pagina del ragazzo contattando, così, subito la famiglia.
Quelle parole che hanno toccato il cuore, rivolte anche alla famiglia, alla fidanzata, sembravano, appunto, troppo sincere per essere uno scherzo. Infatti il giovane aveva bevuto ammoniaca. Era a casa e stava accusando già i primi malesseri quando è stato trovato dai genitori. Immediati i soccorsi. Nell'abitazione del ragazzo è arrivato il personale medico che, dopo le prime cure, lo ha trasportato al pronto soccorso dell'ospedale "Fabrizio Spaziani" di Frosinone. Fortunatamente è fuori pericolo.