Parabrezza rotto, graffi sul cofano e sulla fiancata. Questo il "regalino" trovato giovedì da una pendolare sulla sua auto parcheggiata alla stazione ferroviaria di Roccasecca, dopo una giornata di lavoro a Roma. Come tutti i giorni aveva parcheggiato la sua macchina, una Fiat Panda, per le vie del centro roccaseccano nelle vicinanze della stazione, precisamente in via De Gasperi. Ma una volta scesa dal treno la triste scoperta, l'auto era stata vittima di atti vandalici.
Probabilmente era stata colpita con un martello. Circa 1.000 euro il totale dei danni, per questo la pendolare ha sporto denuncia ai carabinieri contro ignoti.

Uno choc per la ragazza che certo non si aspettava di ritrovare l'auto in quelle condizioni: «Parcheggi la macchina la mattina per andare a lavorare e poi la ritrovi così, dopo una giornata di lavoro», lo sfogo della ragazza. Non è la prima volta che si regista un caso del genere. Purtroppo una condizione che accomuna i centinaia e centinaia di pendolari che ogni giorno partono dalla stazione di Roccasecca direzione Roma e sperano, al ritorno, che la macchina non sia stata rubata o di ritrovarla tutta intera. Ma a far tremare i pendolari non sono solo i vandali, per un periodo dello scorso anno le auto parcheggiare sono state prese di mira da una danda di ladri.

Alto il numero di quelle rubate, due anche nello stesso giorno. Situazioni che riaccendono il problema sicurezza in quella zona della città. Intanto da lunedì il parcheggio a pagamento custodito, in via Volturno alle spalle della stazione, riprenderà a funzionare. Sicuramente un controllo che farà stare più tranquilli chi parcheggia la propria auto, ma anche in questo caso non sono mancate le lamentele da parte di qualche pendolare sugli orari: «Sarà aperto dalle 5 alle 23, ovvero la notte sarà incustodito».