In due, taglierino in pugno, sono entrati in azione nella parafarmacia "Gizzi" in viale Europa. Hanno minacciato le due farmaciste e sono riusciti a portare via qualche centinaio di euro. Una delle due donne, ha trovato la forza di reagire e quando ha visto uno dei malviventi andare dietro alla cassa per prendere i soldi, spaventata, ha preso una tavola di legno e lo ha colpito. Con il bottino in pugno, si sono poi dileguati a piedi. A notarli, all'uscita dall'attività, sono stati anche diversi cittadini che si trovavano nel quartiere e anche alcuni affacciati al balcone delle palazzine vicine. Scattato l'allarme hanno subito capito che si trattava di una rapina, la terza registrata nel tempo ai danni della parafarmacia nella parte bassa del capoluogo. E alcuni di loro hanno tentato di inseguirli, ma inutilmente. Sulle tracce dei rapinatori si sono messi subito i carabinieri. Poco distante dal locale, in una traversa, è stato ritrovato il taglierino.
La ricostruzione
Saranno utili anche i filmati delle telecamere di sorveglianza per cercare di risalire ai due uomini, sembrerebbe di origine nordafricana, che hanno messo a segno una rapina nella parafarmacia. Nel momento in cui hanno agito all'interno dell'attività non c'erano clienti. Stando a una prima ricostruzione dell'accaduto, uno dei due ha tirato fuori un taglierino e sotto la minaccia dell'arma ha raggiunto il bancone per arraffare il denaro contenuto nel registratore di cassa. Uno spavento per le due donne che si sono ritrovati i due a un passo da loro. Tant'è che, temendo il peggio, una delle due donne avrebbe colpito con una tavola un rapinatore. Ma il bandito non si è scoraggiato e preso i soldi si è dileguato con il suo complice. La loro fuga è stata notata da diverse persone che erano nelle vicine attività e fuori dalle abitazioni. Infatti, a quell'ora, molti erano all'esterno e hanno visto fuggire due persone. Qualcuno ha provato a inseguirli a piedi, altri con le macchine, ma non sono stati trovati. Nel frattempo gli uomini dell'Arma hanno subito avviato le indagini. Hanno diramato la nota di ricerca e setacciato soprattutto le zone attorno al quartiere Selva Piana, alla stazione ferroviaria e altre possibili vie di fuga. D'aiuto saranno anche i filmati delle videocamere.
I precedenti
Quella di ieri non è stata la prima rapina ai danni della parafarmacia "Gizzi". L'ultimo colpo a gennaio dello scorso anno.
Anche in quel caso in azione due persone, ma armati di pistola. Avevano minacciato la farmacista e urlato di consegnare loro l'incasso. La donna, terrorizzata, aveva aperto il registratore di cassa e dopo aver prelevato il denaro lo ha consegnato ai malviventi, che sono subito usciti dalla parafarmacia e si sono dileguati facendo perdere le loro tracce. Un altro episodio negli anni precedenti