Stanno dragando il fiume anche nel tratto in cui il Liri e il Gari si fondono. E a breve si sta valutando la possibilità di dragare anche la foce del Garigliano per escludere che Luca Di Mario, scomparso da un mese, possa essere tragicamente finito nel fiume. I sommozzatori e i carabinieri continuano le ricerche senza sosta, intensificando le attività dopo il ritrovamento della sua bici nel Rapido. Tanta l'apprensione per il quarantaseienne di Cassino di cui si sono perse le tracce oltre un mese fa.