È stata trasferita ieri pomeriggio dal Santissima Trinità di Sora all'ospedale di Cassino la salma del trentasettenne Tonino De Ciantis, morto per le gravissime ferite riportate nel terribile incidente di sabato mattina sulla provinciale Vandra, in territorio di Posta Fibreno. La ditta incaricata di eseguire il servizio funebre, la "2 Petitta" di Sora, dovrà attendere il lavoro del medico legale che oggi riceverà l'incarico dal magistrato che potrà affidargli il compito di effettuare solo l'esame esterno della salma o di sottoporla all'autopsia. Il paese attendere di conoscere la data dei funerali per porgere un ultimo saluto al giovane, molto conosciuto e benvoluto da tutti. Una morte che ha gettato nel lutto due comunità: quella di Broccostella dove Tonino De Ciantis viveva e quella di Posta Fibreno, paese originario della sua compagna Giovanna. In paese tutti lo chiamavano affettuosamente "Sampei". «Il suo soprannome lo descriveva-dice unamicodellosfortunato motociclista-Era un amante della pesca e per questo lo chiamavamo così. Piangiamo per una tragedia che non doveva accadere».