Un arresto, contravvenzioni al codice della strada, perquisizioni personali e una domiciliare, controlli sulle auto e negli esercizi pubblici. È il bilancio dell'opera zione deicarabinieri effettuata sabato sera e che ha visto impegnati i militari del nucleo operativo e radiomobile e delle stazioni della Compagnia di Anagni, coadiuvati da una unità cinofila giunta da Santa Maria di Galeria in Roma. Sempre a Ferentino sono stati sequestrati circa 12.000 euro trovati a casa di un trentenne.
Somma di denaro ritenuta di provenienza illecita dalle forze dell'ordine e pertanto è scattato il sequestro preventivo.
I controlli
Nello specifico sono state eseguite due ispezioni all'interno di esercizi pubblici, controllati 45 automezzi; effettuate cinque perquisizioni personali e una domiciliare, identificate 98 persone, accertate dieci violazioni al codice della strada.
Nell'ambito del servizio di controllo a Ferentino i militari della locale stazione hanno arrestato M.B., 27 anni, di nazionalità albanese, responsabile del reato di immigrazione clandestina, poiché aveva fatto rientro sul territorio nazionale nonostante già espulso. Stando a una prima ricostruzione, il ventisettenne era in auto con un trentenne di Ferentino quando è stato fermato dagli uomini dell'Arma. Entrambi sono stati trovati con piccoli quantitativi di droga per uso personale.
Per il giovane albanese, difeso dall'avvocato Marco Maietta, questa mattina il rito direttissimo. Scattate le perquisizioni domiciliari, a casa del ferentinate, incensurato, sono stati trovati 11.800 euro che sono stati posti sotto sequestro.
Anche il trentenne si è affidato all'avvocato Maietta.