Muore nella notte dopo il terribile schianto con una Bmw. Lorenzo Saggese, trentunenne di Cassino conosciuto da tutti, non ce l'ha fatta. Troppo gravi le ferite riportate nell'impatto all'incrocio di via Verdi a Cassino, mentre si trovava sul suo scooter, sembrerebbe di ritorno a casa. Titolare dell'agenzia immobiliare Olympus, non era conosciuto solo per la sua attività: grande e stimato lavoratore. Tutti lo ricordano per la sua gentilezza, il suo sorriso, la sua proverbiale simpatia. Una persona su cui poter contare sempre, ricordano gli amici che ancora non riescono a crederci. Lorenzo stava facendo ritorno a casa dopo una cena con alcuni amici a Cassino, quando l'impatto con una Bmw condotta da un ragazzo di Caserta di venticinque anni non gli ha lasciato scampo. Immediato l'arrivo sul posto di carabinieri, vigili e 118: la corsa in ospedale, poi il tentativo di rianimarlo. Tanta l'apprensione per quel brutto trauma cranico riportato nell'impatto con la berlina. Ma, stando alle prime informazioni, il decesso sarebbe sopraggiunto per un arresto cardiocircolatorio: inutile l'arrivo dell'eliambulanza. In pochi istanti al Pronto soccorso parenti, amici, conoscenti, tutti in lacrime. Un'attesa orribile prima della tremenda notizia. Lorenzo, titolare della nota agenzia immobiliare, aveva militato anche nel Cassino Calcio. Tutta la città si è stretta attorno alla famiglia: a papà Federico, dipendente comunale, e alla mamma Maria Rosaria, responsabile del settore attività legale dell'Ateneo. Domani alle 10.30 i funerali alla chiesaMadredi Cassino.Lacamera ardente, meta di un pellegrinaggio mai visto prima, resta aperta al Santa Scolastica.