Una storia a lieto fine. Un salvataggio miracoloso che vede una bimba di tre anni in pericolo di vita e un vigile fuori dal servizio che interviene con solerzia.
La situazione ha innescato il terrore negli occhi di chi - da sotto - ha visto davanti ai propri occhi quella scena. E una inevitabile esplosione di gioia per l'epilogo. Ora però la mamma è stata denunciata dalla polizia di Stato.

La ricostruzione

La vicenda - diventata anche social - ha scosso l'opinione pubblica. E ha fatto parlare per giorni. È stato il lieto fine a regalare a tutti un gradito sospiro di sollievo. Un moto di commozione che ha travolto anche i più distratti. La piccola era sfuggita, così come può capitare a chiunque, al controllo della mamma. Pochi istanti sono bastati per mettersi, involontariamente, in una situazione di estremo pericolo. È salita sul tavolo, poi sul davanzale della finestra e lì rimasta aggrappata. È stato grazie all'intervento di un vigile del fuoco libero dal servizio, che ha visto immediatamente la bambina in quello stato, che si è riusciti a metterla in salvo. L'uomo ha raggiunto in una manciata di istanti quell'abitazione e dato l'allarme. La piccola è finita di nuovo tra le braccia della mamma, allarmata dall'accaduto. Sul posto, nell'imminenza dei fatti, anche una volante del commissariato di polizia. Ora proprio la madre è stata denunciata dalla polizia, come prescrive la legge, per abbandono di minori. La settimana scorsa, stessa sorte toccò a due genitori che riabbracciarono la figlia, sfuggita al controllo mentre erano in banca e trovata per strada da sola da un signore. È stato lui ad accompagnarla in un bar e a lanciare l'sos. Grazie ai poliziotti i tre si sono riabbracciati ma, pure in questo caso, inevitabile è stata la denuncia.