Mentre erano incorso a Fontana Liri superiore i funerali di Antonio Iafrate, il 79enne che si è tolto la vita nella sua abitazione,malviventi senza scrupoli hanno svaligiato proprio l'abitazione del defunto. I ladri dopo aver scavalcato la rete di recinzione si sono introdotti all'interno di un capannone, a lato della casa in via Casale, asportando una serie di costose attrezzature agricole.
Sono state rubate una motosega, un trapano, una saldatrice, un decespugliatore, una smerigliatrice e una cassetta di attrezzi.  Ad accorgersi del furto il figlio Massimo che ieri, dopo i funerali si è recato nella casa paterna per sistemare il prato e riordinare gli utensili. Al suo arrivo la brutta sorpresa. Superati sgomento e rabbia, l'uomo ha avvertito i carabinieri di Arce. In ogni caso, quanto accaduto, è davvero un episodio deplorevole, atteso che i malviventi hanno approfittato anche di una famiglia già provata dal dolore.