È stato trovato senza vita nel podere di famiglia, dove accudiva i suoi ovini. A fare la triste scoperta sono stati poco prima dell'ora di pranzo alcuni parenti che, non vedendolo rientrare, hanno deciso di recarsi personalmente nella zona di aperta campagna dove si trovavano i suoi animali. Immediata la corsa contro il tempo per salvare G.S., di 85 anni, originario di Sant'A ndrea sul Garigliano. Ma per il pensionato, purtroppo, non c'era già più nulla da fare.
La scoperta
Quello strano silenzio e soprattutto il fatto che l'anziano non avesse fatto ritorno a casa dopo essersi recato in campagna per dare da mangiare ai suoi ovini ha fatto salire il livello d'allerta. Per questo i suoi familiari hanno deciso di recarsi personalmente nella zona dove si trovano gli animali e scongiurare un malore o qualche imprevisto che avesse potuto impedire all'ottantacinquenne di rincasare. E invece, una volta sul posto, i suoi cari hanno rinvenuto il pensionato a terra.
Allertato prontamente il 118, ai medici non è rimasto altro che stabilire purtroppo l'assenza di segni vitali. Tra le ipotesi più accreditate, quella di un malore fatale. Subito sul posto anche gli uomini della locale Stazione, della Compagnia di Cassino, coordinati dal capitano Ivan Mastromanno. I militari hanno quindi atteso l'arrivo del medico legale che ha effettuato un esame esterno della salma, ritenendo che le cause dell'i mprovviso decesso fossero chiare e dunque che non si rendesse per questo necessario proseguire in una vera e propria autopsia.