Ha picchiato e minacciato la madre per quattro anni. Fino a ieri, quando i carabinieri di Frosinone lo hanno arrestato. La povera donna, rea di non dare al figlio il denaro che questi le chiedeva per comprare gli stupefacenti dei quali faceva uso, ha subito minacce e aggressioni continue e ripetute da aprile 2014. Poi l'intervento degli uomini dell'arma che, accertati i comportamenti reiterati e deplorevoli del figlio, M.S., un 30enne frusinate, hanno dato esecuzione al decreto di misura cautelare personale emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Frosinone. L'uomo è finito in carcere con le accuse di maltrattamento in famiglia e lesioni nei confronti della madre convivente.