Un dipendente comunale di Isola del Liri è stato denunciato ieri per peculato. L'uomo, un 57enne, avrebbe escogitato uno stratagemma per fare "soldi facili" con le concessioni cimiteriali a cui è addetto. L'impiegato si sarebbe appropriato della somma di circa 1000 euro, destinati all'acquisto di valori bollati da apporre su 33 contratti cimiteriali, stipulati nel periodo compreso tra febbraio ed aprile 2017. L'uomo avrebbe staccato le marche da bollo da vecchia documentazione per poi riutilizzarle per le nuove autorizzazioni, facendosi comunque pagare il corrispettivo dagli inconsapevoli cittadini. I carabinieri, dopo aver ricevuto notizia dell'accaduto, hanno indagato per verificarne la veridicità. I risultati delle indagini sono stati quindi trasmessi alla Procura di Cassino che ha iscritto l'impiegato comunale nel registro degli indagati.