Tornano a casa e trovano i ladri. Picchiati due anziani di 70 e 66 anni, marito e moglie residenti in via Sotto San Nicola ad Alvito. I tre malviventi sono fuggiti a bordo di un'Alfa Romeo 147, mentre i coniugi sono finiti al pronto soccorso dell'ospedale Santissima Trinità di Sora. Fortunatamente non hanno riportato gravi ferite anche se lo spavento è stato tanto. Sul posto i carabinieri che hanno avviato le indagini.
La ricostruzione
Stavano tornando a casa. Erano arrivati davanti all'abitazione a bordo della loro auto. Ma quello che sembrava essere un sabato tranquillo, poco prima di cena, si è trasformato in un incubo per i due pensionati che si sono trovati faccia a faccia con tre banditi che si erano intrufolati nella loro casa mettendo a soqquadro le stanze. Banditi pronti a dileguarsi quando, inaspettatamente, sono arrivati i proprietari. A quel punto tre persone, sembrerebbe di etnia rom, trovandosi la via di fuga bloccata dal veicolo appena arrivato, sono scesi e si sono scagliati contro i coniugi.
Li hanno colpiti con calci e pugni. Prima di andare via hanno preso la borsa della donna. I pensionati hanno trovato la forza di lanciare l'allarme e immediatamente sulle tracce dei malviventi si sono messi i carabinieri. Sono state diramate le note di ricerca e setacciate tutte le strade limitrofe e le possibili via di fuga. Sembrerebbe che ad agire siano stati due uomini e una donna. 
I soccorsi

La coppia è stata soccorsa e accompagnata in ospedale. I medici hanno riscontrato al settantenne e alla sessantaseienne, rispettivamente, una prognosi di 4 e 7 giorni. Il primo per politrauma contusivo e la donna per contusioni al ginocchio e in altre parti.
Bottino magro
I rapinatori come detto hanno preso soltanto la borsa della donna mentre non hanno portato via nulla dall'abitazione. Hanno messo a soqquadro le stanze e rovistato nei cassetti e armadi.
Forse c'era un complice a fare da palo che li ha avvisati del rientro dei proprietari, facendoli così fuggire. Quanto accaduto è stato segnalato sui social network da alcuni cittadini che hanno messo in guardia i residenti, invitandoli a segnalare alle forze dell'ordine l'Alfa 147