Roghi illegali, dopo l'esposto in procura, sabato mattina è partito il volantinaggio da parte degli ambientalisti. L'annunciata opera di sensibilizzazione "La tutela dell'ambiente partecipato", che è consistita nell'individuare i responsabili dei roghi, consegnando loro un volantino informativo per la verità, non ha ricevuto da parte della città la sperata adesione. Ma gli attivisti non si arrendono: «Continueremo a cercare di sensibilizzare i cittadini, perché la situazione è grave e non deve essere sottovalutata» ha spiegato Edoardo Grossi del Touring Club nella Consulta dell'Ambiente di Cassino che, insieme al presidente Altieri dell'Anpana, non abbassano la guardia quando di parla di tutela della salute. Nel pomeriggio, poi, come già predisposto con l'as sessore Tauwinkelova, hanno continuato ad apporre i cartelli in quel tratto a ridosso di Nocione che deve essere interdetto a coltivazione e pascolo. «Molto spesso i cittadini si rivolgono ai membri della Consulta dell'Ambiente per avere informazioni sul corretto smaltimento di sfalci e potature oppure per segnalare problemi derivanti dal fumo.
In questo caso, la Consulta può far intervenire gli organi di polizia ha continuato Grossi Se un cittadino ha alcuni residui e vuole disfarsene, può avvalersi del sistema di smaltimento dei rifiuti urbani; è possibile rivolgersi al numero verde della De Vizia 800 086 508 o al numero 0776/402031 per verificare le modalità di smaltimento: l'abbrucia mento rappresenta comunque una fonte di emissioni inquinanti in atmosfera».