Erano stati scortati dalla polizia fino all'autostrada A1, dopo aver assistito alla partita tra il Frosinone e il Parma. Ma sono stati intercettati in autostrada e nonostante i tifosi canarini avessero fatto di tutto per evitare il possibile incontro in un'area di sosta con i tifosi del Foggia in trasferta a Cremona, sono stati successivamente affiancati mentre viaggiavano in autostrada per far ritorno in Ciociaria e il furgone è stato colpito varie volte dalla fibbia di una cinta mentre veniva mostrata una mazza da baseball tenuta in mano da uno dei passeggeri, supporter dei satanelli, a bordo di un Fiat Ducato. È quanto accaduto, stando alle segnalazioni, sabato pomeriggio ad alcuni supporter della squadra giallazzurra.
Dopo aver percorso circa due chilometri, minacciato dagli occupanti di un furgone e anche da un altro veicolo, una Mercedes, Marcello Nanogitis, presidente del club "Fedelissimi" di Frosinone è stato costretto ad accelerare per evitare conseguenze più gravi qualora fossero venuti in contatto con i supporter del team rossonero. Arrivato successivamente allo svincolo di Bologna, dove i mezzi hanno preso strade diverse per raggiungere le rispettive destinazioni, il pulmino con nove passeggeri, si è fermato nell'area di servizio Cantagallo sud dove c'era una pattuglia della polizia, contattata da uno dei passeggeri ciociari.
Immediatamente Nanogitis ha fornito la descrizione dei veicoli che hanno fatto vivere momenti concitati ai tifosi canarini e sporto, quindi, anche la denuncia.
Per fortuna nessuno ha subito danni, anche se lo spavento è stato tanto. Solo il veicolo è stato danneggiato. Costretto ad accelerare anche l'altro pulmino condotto da Gerardo D'Aprile, presidente del club di supporter del Frosinone calcio "Benito Stirpe" con a bordo tifosi associati al club stesso.

La ricostruzione

Il primo incontro, anche se subito schivato dai tifosi ciociari, è avvenuto in un'area di sosta. I presidenti Nanogitis e D'Aprile hanno deciso di fermarsi dopo quattro chilometri dal casello per fare rifornimento e per altre esigenze della comitiva.
Erano pronti a entrare anche nel bar per prendere un caffè e qualche bibita quando, però, hanno visto sopraggiungere un furgone e una Mercedes con a bordo persone che indossavano maglie del Foggia calcio. Senza pensarci su e per evitare contatti, i due presidenti hanno preferito andare via senza entrare nel locale. Ma qualche chilometro prima dello svincolo di Modena nord c'è stato il contatto con i due veicoli avvistati poco prima.
Il pulmino è stato affiancato dal Fiat Ducato e uno dei passeggeri ha sporto la mazza da baseball e ha iniziato a far roteare la cinta colpendo il veicolo, mentre la Mercedes tentava di sorpassare sul lato destro. Quindi l'accelerazione per evitare il peggio fino a quando le strade si sono separate, inevitabilmente, per tornare nelle rispettive destinazioni. Ma quanto accaduto è stato subito segnalato agli organi competenti, con la relativa presentazione della denuncia.