Il fenomeno delle truffe agli anziani sta assumendo dimensioni sempre maggiori. A Ferentino negli ultimi tempi si ripetono i tentativi di raggiro ai danni delle persone avanti con l'età e in qualche caso, in passato, la truffa è andata anche in porto.
Episodi gravi, atteso che nel mirino dei malfattori finiscono le persone più vulnerabili. L'ultimo evento in ordine cronologico è di ieri mattina. Nel mirino una coppia di anziani. Nel momento in cui i coniugi erano da soli in casa (le figlie erano uscite per faccende familiari), è arrivata una telefonata. L'approccio è sempre lo stesso. Dall'altra parte del cavo una voce maschile ha cercato in qualche modo di ingannare la donna, manifestando una buona conoscenza dei componenti della famiglia, chiamando perfettamente per nome figli e parenti, ma la padrona di casa non ha ben capito che cosa volesse l'interlocutore.
La donna ha riagganciato e chiamato sua figlia che si è subito attivata.
Del fatto sono stati messi al corrente i carabinieri della stazione cittadina che, dietro l'eventuale denuncia dei fatti, faranno anzitutto richiesta dei tabulati telefonici presso il gestore di cui si serve la famiglia finita nel mirino, per cercare di risalire alla chiamata ricevuta ieri mattina sul telefono fisso alle ore 10,30. Poche settimane fa c'era stato un altro tentativo andato per fortuna anch'esso a vuoto. Nello specifico era stata scelta come preda un'anziana che vive in località San Nicola.
Prima la telefonata e subito dopo il passaggio a casa della donna da parte dei truffatori per incassare dei soldi dovuti, a loro dire, dalla figlia della mancata vittima per avere acquistato componenti del computer. Però l'anziana anziché aprire il portone ha chiamato i carabinieri immediatamente intervenuti, ma i malintenzionati avevano già tagliato la corda. Altri casi del genere probabilmente non vengono neanche denunciati. Perché far vivere nel terrore i pensionati? Pertanto c'è necessità di intervenire, occorre alzare la guardia. I furbetti sono sempre in agguato e pronti a colpire