Il mercato resta dov'è e i problemi aumentano. Ieri infatti auto incendiata in pieno centro, per via di un'avaria al motore, e ambulante multato per non aver rispettato gli spazi. Infatti proprio su lungoliri Mazzini un commerciante ha deciso di salire sul marciapiede con il proprio camioncino. In breve tempo i cittadini hanno segnalato quanto di irregolare si stesse svolgendo sotto gli occhi di tutti. Sul posto sono arrivati i vigili urbani. «Il mezzo è stato multato pesantemente ed il conducente diffidato – ha detto il comandate maggiore Rocco Dei Cicchi È stato necessario aspettare l'orario di sgombero dell'area per far scendere il mezzo dal marciapiede proprio perché c'erano i banchi che impedivano al furgone di andar via.
Solo per tale motivo non abbiamo chiamato il carroattrezzi. Il conducente è stato avvisato che se la situazione si presenterà nuovamente sarà proposta la revoca del posteggio». Le proteste dei cittadini non sono mancate. «Se deve arrivare un'ambulanza il passaggio non c'è hanno detto Il giovedi mancano le vie di fuga. Bisogna spostare i banchi in un'altra zona come si era detto». E per non farsi mancare nulla si è verificato un principio d'incendio di una Nissan Micra. Al volante dell'utilitaria una donna che viaggiava con la figlia. Quando era all'all'altezza di via Firmio, ha dovuto accostare a causa di un incendio che si è innescato all'improvviso. L'inconveniente è avvenuto poco distante da Corso Volsci. Immediato è stato l'intervento del comandante della polizia locale Rocco dei Cicchi e dell'agente Vermiglio che hanno spento le fiamme con estintori. Ad arrivare nel centro città anche i vigili del fuoco che hanno rimosso la batteria del veicolo: a causare l'incendio forse un guasto meccanico.