Era ai domiciliari ma accoglieva amici "poco raccomandabili". Arrestato trentenne rumeno già condannato a scontare una pena di 8 anni per rapina in concorso e furto in abitazione. L'altra sera è stato prelevato dai carabinieri dalla sua abitazione e condotto in carcere. È finita così la semilibertà di un rumeno di 30 anni che tra il 2015 e 2016 aveva commesso una serie di furti e di rapine in villa, una anche a Santa Francesca. Nonostante fosse costretto ai domiciliari, aveva più volte ricevuto in casa sua pregiudicati tutti estranei al nucleo familiare, violando così gli obblighi che gli erano stati imposti. L'autorità giudiziaria competente, concordando pienamente con quanto emerso dall'attività investigativa dei carabinieri della locale stazione, ha quindi emesso un'ordinanza con la quale ha disposto la sostituzione della precedente misura detentiva domiciliare con l'arresto in carcere. Ora è nella casa circondariale di Frosinone.